Genitori si diventa

Genitori si diventa

  • articolo a cura della Dott.ssa Chiara Maria Ostini

Com'è difficile essere genitore! I figli spesso sono incomprensibili: si dà loro tanto amore e come ricompensa fanno disperare, oppure si cerca di educarli nel rispetto delle regole per ritrovarseli adolescenti ribelli.

genitori_si_diventa

Il bambino dolce e affettuoso si risveglia un giorno nel corpo di un ragazzino capace di fare cose impensabili, oppure, nonostante tutti gli sforzi, sembra impossibile superare le paure, l'ansia, la timidezza, l'aggressività (e qui ogni mamma e ogni papà ha la sua da aggiungere) del proprio bimbo. Insomma, per quanto ci si sforzi, non è sempre così facile aiutare i propri figli a crescere sereni e a superare con successo le prime difficoltà che la vita impone loro. A ciò si aggiunga che quello che funzionava a una data età o con un certo figlio, sembra essere inefficace a un'altra età o con un altro figlio, così che ogni genitore si trova, prima o poi, a fare i conti con un vissuto di confusione, per non dire disperazione, e con un senso di impotenza e di frustrazione.

E la domanda che viene spontanea è: ma dove sbaglio?

La prima buona notizia per tutti i genitori che si riconoscono in questa situazione (e può capitare a partire dal neonato che si rifiuta di mangiare fino all'adolescente che va male a scuola) è che sono in buona compagnia: sono davvero tanti le mamme e i papà che, nonostante i loro sforzi, non riescono a codificare un determinato comportamento o disagio del figlio e men che meno a risolverlo.

La seconda buona notizia è che questo è assolutamente normale: il fatto di essere il padre o la madre di una creatura non ci rende automaticamente esperti in genitorialità, pertanto ognuno fa quel che sa, che spesso sono gli schemi genitoriali imparati dai propri genitori. Spesso si è, quindi, genitori autodidatti e si può avere più o meno successo a seconda di quanto buoni e funzionali sono stati gli schemi genitoriali che si sono appresi nella propria esperienza come figli.

Tuttavia, sia che ci si basi su quello che si è imparato in famiglia, sia che ci si prepari e documenti leggendo libri, frequentando seminari e corsi e chi più ne ha più ne metta, capita comunque che il proprio bambino o adolescente si comporti in modo inaspettato o manifesti disagio. Questo da una parte perchè l'ambiente in cui il bambino vive e i fatti di vita che gli possono capitare influiscono su di lui al di là della relazione genitoriale, dall'altra perchè sbagliare è umano: nessuno di noi è un essere umano perfetto e nessuno di noi può diventare il genitore perfetto, e con questo bisogna farci i conti.

E qui arriva la terza buona notizia, che ci viene da Winnicott, uno dei più importanti psicoanalisti che si siano occupati di infanzia, il quale parla di madre sufficientemente buona: non perfetta, non infallibile bensì sufficientemente buona. Ma cosa significa? Una madre sufficientemente buona è una madre in grado di sintonizzarsi sui bisogni del piccolo, di dosare le cure e le stimolazioni in modo da aiutarlo nel suo sviluppo, ma è anche una madre capace, laddove vi è un errore di sintonizzazione, di vederlo e di correggersi. Allargando questo discorso possiamo dire che un genitore sufficientemente buono non è infallibile ma si rende conto dei propri errori ed è capace di mettersi in discussione e di ripararli.

Può succedere, però, che il comportamento del bambino indichi chiaramente un disagio ma non si riesca a comprendere da dove origini il disagio oppure che cosa si può fare di diverso. In questo caso può essere utile chiedere aiuto.

In questa sezione troverete diverse situazioni molto frequenti ma che possono causare difficoltà e disagio sia ai bambini che alle loro famiglie, con semplici spiegazioni del perchè si possono manifestare e del come si possono affrontare con successo.

Per chi volesse approfondire un argomento specifico o volesse pormi una domanda, può utilizzare il modulo nella sezione contatti. Questo, infatti, vuole essere uno spazio per i genitori, ma anche dei genitori, dove possano trovare spunti concreti e suggerimenti pratici per affrontare al meglio il difficile, entusiasmante e imprevedibile compito di accompagnare i propri figli a diventare adulti consapevoli, equilibrati, autonomi...in una parola, felici.

Dott.ssa Chiara Maria Ostini
Psicologa e psicoterapeuta - Sesto San Giovanni

 

Dott.ssa Chiara Maria Ostini - Psicologa e psicoterapeuta a Sesto San Giovanni

Sede: Piazza IV Novembre, 29, 20099 Sesto San Giovanni MI | Via Giovanni Pacini, 11 (Metro Piola), 20131 Milano
Spazio Iris - Via Tarra, 5 (MM Centrale) 20124 Milano

declino responsabilità | privacy | cookie policy | codice deontologico

chiara.ostini@libero.it

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Chiara Maria Ostini .

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.